sauris vince unwto

Sauris, Borgo Autentico, sale in cima al mondo

Sauris è uno splendido paesino del Friuli Venezia Giulia a circa 60 chilometri da Udine promosso anche dalla Associazione “Borghi Autentici d’Italia”. Si trova ad un’altezza di circa 1200 metri e fa parte del territorio alpino della Carnia. È confinante con il Veneto e molto vicino al confine austriaco. La caratteristica di Sauris che appare subito agli occhi è il suo isolamento ma, andando a vedere bene, c’è molto, molto di più.

Un piccolo paese in una valle incantata

Si tratta di un piccolo paese di sole 400 anime, con una accoglienza complessiva che può al massimo arrivare a 400 posti letto. Tuttavia è caratterizzato da una grande attitudine imprenditoriale e tanta voglia di “fare”. Ne è  testimonianza il rilevante numero di 50 partite iva, tante per una realtà così contenuta.

Arrivando da Udine e attraversando una vallata piuttosto chiusa e buia, si percorre una galleria, lunga e con le pareti frastagliate che sembrano scolpite a mano dai nani de “Il signore degli anelli”. Uscendo dalla galleria si apre, inaspettato, un paesaggio meraviglioso tanto che si ha la sensazione di entrare in una “valle incantata”.

Sulla sinistra il lago artificiale creato da una vicina diga e la vista del roccioso monte Bivera, sulla destra le colline con i bei boschi verdi e, al centro, l’ampia valle con il paesino di Sauris suddiviso nelle due parti distanti solo pochi chilometri, Sauris di Sotto e Sauris di Sopra.

Il Progetto di destinazione

Tra il 2021 e il 2022 l’organizzazione di Artès è stata coinvolta per operare un progetto di riposizionamento della destinazione turistica Sauris. Progetto realizzato tramite l’ormai strutturato e consolidato processo applicato da Artès.

Sauris UNWTO 2022

Si tratta di un caso di cui siamo particolarmente orgogliosi perché, a valle del nostro intervento, Sauris ha meritato di partecipare e vincere il concorso mondiale “Best Tourism Villages UNWTO 2023.

Un successo clamoroso che premia un lavoro di anni degli operatori turistici locali.

Un successo che  è stato anche valorizzato grazie al recente intervento di Artès che ha contribuito a mettere ordine e a dare maggiore risalto alle cose belle del territorio.  Sono stati messi in luce quindi tematismi come storia e tradizioni, geologia, natura e agroalimentare, enogastronomia e, soprattutto, le belle persone del Borgo con il loro dialetto e una cordialità e accoglienza che supera i livelli più alti.

la forza con gli imprenditori

Per questi motivi il nuovo posizionamento di Sauris è pienamente rientrato nei parametri di valutazione del concorso.  Un contest che premia quei villaggi dove il turismo custodisce cultura e tradizioni, celebra la diversità, offre opportunità a salvaguardia della biodiversità. Così come è stato messo in evidenza nel progetto di Sauris.

Nello sviluppo di un catalogo di 5 prodotti realizzati con il format Storyliving Experience di Artès, si è messo in luce una serie di caratteristiche che definiscono il Genius Loci sppecifico e unico di questa destinazione.

La “Forza” di Sauris.

È un prodotto che mette in risalto il tema della resilienza che caratterizza lo stile di vita della popolazione a partire XIII secolo quando dalla Carinzia i primi tedeschi popolarono con tanto coraggio una terra isolata e inospitale. Arrivando ai giorni nostri dove 50 partite iva testimoniano persone votate all’attività imprenditoriale, pronte a rimboccarsi le maniche per superare ogni difficoltà. L’immagine a lato mostra i turisti insieme ad alcuni imprenditori locali che raccontano la loro storia.

il respiro di sauris

Il Respiro di Sauris

Un secondo argomento particolare è il tema dell’aria di Sauris che è stata certificata essere particolarmente pulita e salutare. Per cui in questa è centrale il tema dell’aria pura che fa bene. Un’aria che consente la perfetta stagionatura del famoso “prosciutto di Sauris” rinomato in tutta Italia.  Un’aria che consente di sperimentare respiri intensi e ristoratori in un “forest bathing” immersi nella ispiratrice natura locale. Gli stessi  respiri che consentiranno poi ai turisti di cantare, insieme al coro locale, le canzoni tipiche locali attorno ad un falò nei pressi dell’antico Albergo Pa’ Krhaizar di Antonella. Un’aria così tersa che consentirà una particolare osservazione delle stelle sotto il cielo di Sauris che l’Associazione AstronomItaly ha certificato essere tra i più limpidi d’Italia.

 

Storyliving Artès il carnevale

Il Carnevale di Sauris.

Il palinsesto Storyliving mette in luce una delle tradizioni folkloristiche più caratteristiche del borgo. Coinvolgeremo i nostri turisti in una masterclass che gli meriterà la possibilità di partecipare alla successiva edizione del Carnevale di Febbraio. Dovranno dimostrare di aver imparato alcune tradizioni locali e le metodologie per la creazione delle particolarissime maschere locali. Le modalità per indossarle e animare la sfilata lungo le vie del borgo, così come solo i veri saurani sanno fare da sempre. Entreranno nella casa di un vero chef che insegnerà a cucinare le tradizionali frittelle alla menta di Carnevale. Al culmine dell’impresa, la nostra brigata sosterrà l’esame finale e finalmente guadagnerà l’onore di partecipare da protagonista al prossimo Carnevale, insieme ai paesani del borgo.

piante favolose a sauris

Pozioni, Talismani, Piante Favolose di Sauris

Un’esperienza che ci fa entrare nel mondo agroalimentare del territorio. Molto povero data l’altitudine e la tipologia della terra. Tuttavia i prodotti locali sono utilizzati per preparare tisane tonificanti e anche per la produzione di cosmetici. Uno stile alimentare che ha portato Sauris ad essere famoso anche per la notevole longevità dei suoi abitanti.
Con i fiori si realizzano dei particolari talismani di buona fortuna. Si tratte dei Baipush che vengono appesi alle porte delle case per scacciare gli spiriti maligni. Si prosegue con una cooking lesson a casa dello chef locale che ci insegnerà a preparare saporiti contorni partendo dalla materia prima locale.  Un’esperienza intensa nel mondo vegetale di Sauris che merita proprio la definizione “piante favolose di Sauris”.

 

250 milioni di anni fa a sauris

250milioni di anni fa a Sauris. 

Ci immergiamo nella storia geologica di Sauris dove 250 milioni di anni fa si trovava una laguna quando ancora il nostro continente era posizionato vicino all’equatore del pianeta. Si tratta di una situazione piuttosto rara a livello mondiale dal punto di vista geologico, per cui vale la pena di valorizzarla. La missione diventa quella di cercare reperti fossili di questa tarda età per soddisfare la richiesta del Sindaco che, vista l’unicità di questa situazione geologia del territorio, vuole esibire i fossili più significativi allestendo una bacheca nel museo del borgo. Inizia così un’avventura che ci porterà a mappare i segni dei fossili in tutte le pietre con cui è pavimentato il paese, fino ad arrivare all’abisso che nei suoi 200 metri ci rappresenta dall’alto al basso un viaggio che va indietro nel tempo, mostrando l’evoluzione geologica dai giorni nostri a 250 milioni di anni fa.

Accompagnati da  Renzo, architetto e guida alpina appassionata di geologia, troveremo dei bellisimi espemplari di fossili che faranno finalmente felice il nostro sindaco di Sauris.

La morale della storia

Si conclude così la narrazione di come Sauris, piccolissimo borgo isollato nel nord del Friuli, sia diventato il borgo più importante del mondo grazie ad un insieme di storie da vivere che si legano intimamente alle tradizioni più genuine e più incisive di questa straordinaria terra.

Se sei arrivato a leggere fino a qui vuol dire che Sauris ti ha colpito e devi proprio andarci.

Ti  occcupi di gestione del territorio ? Speriamo che in questa storia di Sauris tu abbia trovato utili spunti per realizzare anche nella tua destinazione quella valorizzazione così unica che ogni territorio custodice. La metodologia che Artès ha ormai consolidato utilizzato in varie parte d’Italia forse ti potrà aiutare.

Nel frattempo diamoci appuntamento in cima al mondo, a Sauris.