Grande successo al Workshop Generativo di Morcone - Progetto Artès
progetto alta valle del tammaro

Il Progetto di sviluppo turistico Alta Valle del Tammaro

Martedì11 Giugno è una data importante per la rete dei 5 comuni dell’alta Valle del Tammaro, Campolattaro, Castelpagano, Morcone, Santa Croce del Sannio, Sassinoro. Con il workshop generativo tenuto a Morcone si è infatti dato il via al primo progetto di sviluppo turistico locale che si inserisce nella strategia che Regione Campania ha avviato con il marchio “Borghi Salute Benessere” per lo sviluppo economico dell’intera area irpina e per il contrasto al crescente spopolamento delle aree interne.

Il programma ha stimolato i partecipanti ad essere protagonisti attivi del proprio futuro. A tale proposito si sono svolti una serie di laboratori di gruppo mirati tra l’altro ad estrarre la specifica identità di ogni borgo fino ad identificare l’anima più distintiva che accomuna tutto il territorio visto in modo integrato. Ciascuno ha preso consapevolezza degli obiettivi del progetto è ha dichiarato il proprio specifico impegno per sostenere con responsabilità lo svolgimento del progetto.

Il progetto si svolge in due fasi. La prima è sperimentale e prevede la realizzazione degli aspetti legati alla impostazione grafica e dei supporti di marketing incluso un sito dedicato al progetto, oltre alla formazione di 5 Operatori di Turismo Esperienziale, uno per ogni Borgo della rete. 5 Professionisti per i primi 5 prodotti esperienziali prototipo di una offerta turistica professionale di grande valore. Entro il 2024 partirà la seconda fase che allargherà l’accesso di ulteriori professionisti alla percorso formativo e alla progettazione di un ulteriore numero di prodotti esperienziali da inserire in offerta.

Va fin d’ora sottolineato che, se la fase 2 si completerà nel giro di pochi mesi, si deve essere consapevoli che il successivo programma di sviluppo commerciale della destinazione in senso turistico richiederà tempi lunghi e ingenti investimenti che, come illustrato nel workshop, saranno sotto la responsabilità operativa della organizzazione BSB costituita a tale scopo da Regione Campania. In altre parole ci vorrà tempo e pazienza per vedere i primi flussi turistici capaci di avere impatto sulla economia locale.

Il workshop dell’11 giugno è stato un momento importante per prendere consapevolezza dell’importanza del contributo collettivo in vista della migliore accoglienza per un turista lento, green, esperienziale che desidera immergersi nell’identità del territorio in una relazione più intima con le persone del posto.

Non ci resta che sottlineare la grande motivazione con cui i partecipanti sono usciti dall’evento sicuri che ancora una volta “chi ben comincia è a metà dell’opera”,

Vuoi accedere ai lavori del workshop? Compila il form, riceverai il link alla cartella dei documenti