La Scorzetta di Bernalda, storia e ricetta di un “mito”

pubblicato in: Turismo esperienziale | 0

La Scorzetta è il fiore all’occhiello della pasticceria artigianale Bernaldese. E’ un delizioso biscotto a base di pasta di mandorle ricoperto di finissimo cioccolato fondente con la forma di lingua di gatto. La Scorzetta è un pasticcino friabile adatto a tutti i palati, può essere gustato da solo, accompagnato da un buon caffè o dal tipico amaro lucano, per non parlare dell’abbinamento con delle bollicine.

E’ un dolce semplicissimo, rende il nome dalla corteccia dell’albero che in dialetto Bernaldese si pronuncia testualmente “a scorz’ d’ l’arvl”. Infatti, a vederla, sembra proprio la corteccia di un pino dei nostri litorali jonici.
Preparato con nocciole, albume d’uovo e zucchero. Questo è quanto rivela degli ingredienti Vincenzo Spinelli, pasticcere Bernaldese che nel 1977 ideò la ricetta di questo gustoso dolce. Le proporzioni degli ingredienti e la lavorazione restano rigorosamente top secret, ma si sa che una volta cotta nel forno le viene subito data la forma concava e appena raffreddata è guarnita con il cioccolato fondente o bianco al latte. Per tutelare l’originalità del dolce Vincenzo Spinelli, titolare del bar Pasticceria del Corso, ha registrato la Scorzetta presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi del Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la lotta alla contraffazione.
La ricetta di questo antichissimo dolcetto è molto semplice, così come gli ingredienti che la compongono, ma c’è da dire che ogni pasticceria propone la propria versione, a volte gelosamente custodita.
Ecco la ricetta per provare il dolcetto anche a casa:

Ingredienti :

  • 1 albume
  • 100 grammi di mandorle non pelate
  • 100 grammi di zucchero
  • cioccolato fondente almeno al 60%

Procedimento:

  • Montare le uova a neve fermissima con lo zucchero.
  • Nel frattempo mettere le mandorle in un mixer e ridurle in farina,lasciatela piuttosto grossolana,per intenderci le mandorle dovranno risultare tipo una granella di nocciole.
  • Quando le uova saranno ben montate aggiungere la granella di mandorle.
  • Prendere  poco composto alla volta con un cucchiaio e metterlo su una placca ricoperta di carta forno.
  • Lasciare cuocere in forno già caldo per 10 minuti a 180 gradi.
  • Quando non saranno più troppo caldi dovrete dargli una forma concava perciò prendete un biscotto per volta e con l’indice dell’altra mano premete nel centro del biscotto così da dargli la tipica forma delle scorzette Bernaldesi.

Articolo di Alice Mion